Gli uomini si fermano a guardare il cielo
Mentre un nuovo cambio di stagione se li porta via
Gli uomini si aggrappano ad un giorno nuovo
Di ogni cosa nuova si chiedono che cosa sia
E quando trovano la donna-spazio che avevano dentro
Pensano piano piano "adesso non mi muovo più"
Poi fanno finta di passare ad altre costruzioni
Ma poi gli scappa un "non ti lascio più"

Gli uomini rocce dure contro il vento
Si cercano sempre nei pensieri un'altra realtà
Gli uomini dicono tutti le stesse frasi
Ma quando s'innamorano non sono uguali mai
E di una donna prima o poi per strada pensano
"e' questo il mare la terra l'aria che non ho"
Sono convinti di tenersi i pensieri dentro
Ma poi gli scappa un "non lasciarmi più"

E tu che sei arrivata da lontano… che cosa sei?…
Se non mi fossi perso tante volte con te vorrei
Mischiare le mie carte e poi giocare
Come fosse la prima volta la prima volta l'unica
Ma forse ti vedevo da lontano e avevo un po' paura
Adesso non mi dire "io ti amo" ma dentro pensalo
Perché con te mi voglio consumare
Senza dirtelo mai
Senza dirtelo mai…
Senza dircelo mai

Gli uomini ai poeti maledetti rubano sempre
L'arte d'innamorarsi e non avere pace mai
Gli uomini dicono tutti le stesse frasi
Ma quando s'innamorano non sono uguali mai
E di una donna prima o poi per strada pensano
"e' questo il mare la terra l'aria che non ho"
Sono convinti di tenersi i pensieri dentro
Ma poi gli scappa un "non lasciarmi più"

E tu che sei arrivata da lontano… che cosa sei?…

Vídeo incorreto?